In EvidenzaIstituzionaliLifestyle

Agricoltura biologica: una filosofia di vita che guarda al benessere

26 giugno 2017
26-6

L’agricoltura biologica è un vero e proprio stile di vita che guarda al benessere delle persone e dell’ambiente. È un armonioso equilibrio tra interno ed esterno, tra il mangiar bene e la salvaguardia della biodiversità.

Dal 1991, questo metodo di lavorazione è stato disciplinato dall’Unione europea, attraverso norme e criteri di coltivazione rigorosi. Per questo, nel corso del tempo, sono stati istituiti veri e propri organismi di controllo che, in base alle direttive europee, sottopongono ad accurati esami tutte le produzioni biologiche prima di certificarle come tali.

Ogni azienda che si impegna in questo settore deve essere in primis un sistema agricolo autosufficiente, ossia capace di attingere il proprio sostentamento esclusivamente dalle risorse locali, sfruttando la fertilità del suolo in maniera 100% naturale. Cosa significa? Ora lo vediamo…

Creare un prodotto buono e di alta qualità è lo scopo principale di chi lavora in questo settore, ma il tutto deve essere realizzato nel pieno rispetto dell’ecosistema in cui si vive, evitando ogni forma di inquinamento possibile. Per farlo si utilizzano tecniche di agricoltura alternative e più scrupolose, come ad esempio le rotazioni colturali: una variazione delle specie coltivate in un determinato terreno capace di arricchire il suolo e mantenerlo sempre fertile.
Altro esempio, avete mai sentito parlare di compost, di miscele di terra, di resti vegetali, della cenere di legna? Sono tutti fertilizzanti naturali, ricchi di proprietà benefiche per il terreno, ma anche non inquinanti e innocui per la nostra salute.

Anche per quanto riguarda l’allevamento biologico si utilizzano criteri di lavoro capaci di rispettare i cicli naturali degli animali e dell’ambiente, discostandosi dalle tecniche di allevamento intensivo come: la forzatura della crescita mediante ormoni o l’assunzione da parte del bestiame di antibiotici, medicinali e quant’altro possa rendere più proficuo il processo di produzione. Al contrario, ogni animale viene rispettato nella sua identità e nutrito a sua volta con mangimi biologici. Ridurre l’impatto ambientale su acqua, terra e aria, è dunque fondamentale per tutti coloro che adottano questa filosofia di vita.

Non è un caso, forse, che l’Italia è uno dei primi esportatori di prodotti biologici in Europa. Parliamo di un fatturato che supera il miliardo di euro all’anno. Noi italiani infatti, prendiamo da sempre il cibo molto seriamente e per questo non ci va di scherzare su tematiche così importanti. Almeno a tavola ci piace mangiare bene ed essere sereni.
È proprio per questi motivi, che noi de La Pasta di Camerino abbiamo deciso di
utilizzare solo materie prime italiane, accuratamente selezionate, 100% tracciabili.

Inoltre, sia per rispondere ad una richiesta di mercato sempre crescente sia perché crediamo fortemente nei valori che il biologico promuove, abbiamo deciso di ampliare la nostra gamma di prodotti collaborando con fornitori fidati che hanno il biologico nel sangue. È così che nasce la nostra linea di prodotti bio!

Per noi la tradizione è questo, la capacità di preservare qualcosa nel tempo, tramandandola alle future generazioni in tutta la sua pienezza. Ma per farlo bisogna avere rispetto per le persone, gli animali che ci nutrono e l’ambiente che ci circonda.

Potrebbe piacerti anche