In EvidenzaLa tradizioneLifestyle

La dieta Mediterranea, una cultura alimentare apprezzata in tutto il mondo

18 maggio 2016
dieta_mediterranea

La dieta Mediterranea non è solo un regime alimentare, ma un vero e proprio patrimonio culturale apprezzato in tutto il mondo, che vede nella cucina italiana uno dei suoi maggiori esponenti. Un’eccellenza gastronomica devota al gusto, al benessere fisico e mentale, ad uno stile di vita sano.

Negli anni ’50 iniziarono i primi studi attorno a questo tipo di dieta e si scoprirono subito i suoi innumerevoli benefici, specialmente se confrontati con regimi alimentari differenti e meno corretti dal punto di vista nutritivo, come ad esempio quello del nord America.

Il nutrizionista americano Ancel Keys fu il primo a dimostrare che mangiare secondo i principi della tradizione culinaria mediterranea aiuterebbe di gran lunga a prevenire e combattere malattie come arteriosclerosi, diabete, cardiopatie, tumori e altri disturbi dell’apparato digerente.

Ma quali sono gli alimenti imprescindibili per una corretta dieta Mediterranea?

Sappiamo che è importante fornire all’organismo il corretto rapporto calorico, che per un uomo adulto è di circa 2.500 calorie al giorno; ma oltre alle porzioni adeguate è importante suddividere la somma nutritiva dei pasti per un 55% di carboidrati, un 20% di lipidi e un 10-15% di proteine.

Andando nello specifico vediamo che le fibre alimentari, reperibili dalla frutta, dai legumi, dalla verdura e dai cereali, hanno una funzione importantissima per la nostra salute, perché favoriscono la flora batterica e il benessere di tutto l’apparato digerente. Questo agevola il regolamento delle funzioni intestinali e l’assorbimento dei nutrimenti attraverso i processi metabolici. Inoltre, le stesse fibre hanno una funzione anticancerogena e antiossidante e prevengono le così dette “abbuffate”, data la precoce sensazione di sazietà che il nostro organismo percepisce quando ingerisce tali nutrimenti.

Il pesce è un altro alimento fondamentale e uno dei più completi: oltre ad essere ricco di proteine, contiene molti grassi buoni, i così detti “amici del cuore”, e sali minerali come iodio, ferro, calcio e fosforo.

Un ruolo altrettanto importante che aiuta a mantenere un’alimentazione variata è dato dalla pasta. La pasta è un alimento che difficilmente mangiamo da solo, spesso lo accompagniamo infatti con condimenti che ne esaltano il valore nutritivo. Ad esempio, il pomodoro, che spesso viene utilizzato come sugo, è uno tra gli alimenti più ricchi di antiossidanti, quindi fondamentale per la nostra salute. Questo meccanismo si chiama “complementarizzazione” del complesso aminoacidico, ossia i valori nutritivi dei due o più alimenti accostati producono un aumento del valore biologico superiore alla loro somma.

La pasta dunque, accompagnata con sughi di carne, di pesce, di verdura o altro, diventa l’alimento perfetto per gustare pasti equilibrati, nutrienti e complessivamente completi, in quanto può soddisfare gran parte del fabbisogno calorico giornaliero.

Allo stesso modo, la pasta all’uovo, oltre ad essere considerata una delle pietre miliari della cultura alimentare mediterranea, è un piatto ancora più ricco, anche nel caso si volesse mangiarlo in bianco, senza l’aggiunta di sugo. Basta infatti un filo d’olio per aggiungere ai carboidrati della farina e alle proteine animali che troviamo nell’uovo, anche i grassi vegetali. Come dire, dal punto di vista nutritivo, non manca di nulla…

Dunque per riassumere, secondo la dieta Mediterranea, gli elementi che non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole e che ci assicurano un’alimentazione ottimale sono: pasta, pane, frutta, verdura, pesce, carne (non più di 2 volte a settimana), olio di oliva e pane (meglio se integrale). Così facendo, si potrà garantire al proprio organismo ogni giorno il giusto valore nutritivo, mantenendo sempre un basso contenuto di colesterolo e un elevato valore di sali minerali e fibre che aiutano il nostro benessere.

Potrebbe piacerti anche