Le ricette di Andrea

Malfatti con ragù di seppia, il suo nero e triglia scottata

12 luglio 2017

INGREDIENTI PER 2 PERSONE:

Malfatti de La Pasta di Camerino 300 g
seppie 250 g
triglie di scoglio grandi 150 g
1 cipolla
1 aglio
1 bicchiere di vino bianco
olio extravergine d’oliva q.b.
pepe q.b.
sale q.b.

PREPARAZIONE:

Pulite le seppie, estraete il nero e conservandolo per utilizzarlo successivamente; tritatele finemente con il coltello. Sfilettate le triglie, facendo attenzione a rimuovere tutte le spine. In una pentola fate imbiondire aglio e cipolla con dell’olio extravergine di oliva; quando il soffritto sarà pronto, aggiungete il macinato di seppia sfumando, dopo un quarto d’ora, con il vino bianco. Scottate in un’altra padella il filetto di triglia, avendo cura di non cuocerlo troppo.
Cuocete in abbondante acqua salata i Malfatti, scolateli e saltateli nella pentola dove è stato preparato il ragù di seppia. Impiattate, spennellando il nero di seppia sul piatto e adagiate sopra i Malfatti insieme al filetto di triglia.

Per togliere meglio le spine dalla triglia, usate delle piccole pinze. Vicino, tenete un bicchiere pieno d’acqua dove andrete a bagnare di continuo le pinze per non far aderire le spine.

Potrebbe piacerti anche