In EvidenzaLa tradizioneLifestyleSenza categoria

A tu per tu con le Sarde

29 agosto 2018
sarde_rubrica_prodotti

Avete mai sentito parlare di Sarde? Noi, da marchigiani doc quali siamo sì, e possiamo garantirvi che sono la fine del mondo.

Appartengono alla famiglia del pesce azzurro e le troviamo diffuse in tutti gli oceani del mondo, specialmente in quelli con un clima temperato o subtropicale. Nel Mar Mediterraneo infatti, è una specie molto comune e quindi in voga nella cucina marchigiana grazie anche al suo gusto prelibato.

Fonte di Omega 3, le sarde sono un pesce versatile, ricco di fosforo, ferro, magnesio e calcio. Data la loro alta concentrazione di proteine, pari al 18% del totale, sono perfette anche per chi segue una dieta iperproteica. I loro preziosi grassi sono “insaturi”, quindi simili a quelli vegetali e tendono a ridurre e stabilizzare la presenza di colesterolo nel sangue. Oltre a proteggere cuore e arterie, le loro proprietà sono essenziali per lo sviluppo del sistema celebrale. Per questo è importante, soprattutto per i bambini in fase di crescita, mangiare il pesce azzurro almeno due volte a settimana.

Fortunatamente le sarde sono un pesce utilizzabile in tanti modi differenti a seconda delle occasioni. Possiamo farle al forno ad esempio, oppure marinate o utilizzarle come condimento prezioso per delle croccanti bruschette. Se volete concedervi un piccolo peccato di gola, anche fritte sono buonissime. Sono perfette anche come secondi, accompagnate magari da verdure come: carciofi, pomodori, insalate. Spesso si usa farcirle con molliche, prezzemolo e aglio.  Ma le proposte culinarie sono davvero tante e non basterebbe un ricettario intero per elencarle tutte.

Se vogliamo rimanere più vicini agli usi culinari di un vero amante della pasta, un tipico piatto della tradizione italiana è la famosa pasta con le sarde. È una ricetta originaria della Sicilia, ma diventata ormai parte integrante anche della cucina marchigiana.

La leggenda vuole che a inventarla fu un cuoco arabo durante la dominazione bizantina e araba a Mazara del Vallo. Doveva sfamare l’intera truppa di soldati e per farlo utilizzò la sua ingegnosità per sfruttare le risorse locali a sua disposizione. Fu così che unì i sapori della terra, come il finocchietto e i pinoli, a quelli del mare, creando la famosa e buonissima Pasta con le sarde.

 

Potrebbe piacerti anche