HOME / BLOG / Storie di pasta / Un prezioso frutto delle coltivazioni naturali: la pasta biologica

Un prezioso frutto delle coltivazioni naturali: la pasta biologica

Con il passare degli anni, l’agricoltura biologica è riuscita via via a ritagliarsi, di nuovo, il suo spazio e ad avere un ruolo sempre più importante. A volte ci dimentichiamo di come i sapori genuini e autentici si possano ritrovare in prodotti derivanti da coltivazioni che evitano l’impiego di sostanze non organiche ma, oltre al gusto, prediligere un’alimentazione a base di pasta biologica ha evidenti benefici anche per l’organismo e per il benessere fisico. Infatti, la presenza di componenti unicamente organici rende questa tipologia di pasta maggiormente assimilabile dall’intestino. Se volete scoprire tutto quello che c’è da sapere sulla pasta biologica e sul perché può rivelarsi un’ottima scelta, continuate a leggere!

Cos’è la pasta biologica

Potremmo dire che la pasta biologica è quella che presenta il più alto livello di purezza, dal momento che nella sua coltivazione non si utiizzano materiali inorganici.

In Italia esistono diversi enti certificatori che hanno il compito di attestare che la pasta sia realmente biologica e che, cioè, non impieghi alcuna sostanza estranea in ogni step della produzione. Inoltre, sulla base di quanto stabilito dall’Unione Europea, ciascuna confezione di pasta biologica deve riportare un bollino che ne dimostri l’effettiva provenienza da coltivazioni bio.

Come viene prodotta

Le fasi che compongono il processo di lavorazione della pasta bio sono del tutto identiche a quelle che caratterizzano la produzione della pasta secca, con la sola variante della macinazione con mulini di pietra.

Una volta che il grano derivante dalle coltivazioni biologiche è stato raccolto, si provvede alla sua molitura a pietra. Avvalendosi di questa tecnica, i tempi della macinazione vengono allungati in modo tale da evitare che i chicchi di grano si riscaldino, con una conseguente dispersione delle principali proprietà organolettiche. Durante questa fase i chicchi di grano vengono setacciati e depurati al fine di ottenere una semola pura e raffinata.

Il processo prosegue con l’aggiunta dell’acqua alla farina e con la successiva creazione di un impasto. Noi de La Pasta di Camerino lavoriamo per tre volte il composto, per un periodo di tempo che supera i trenta minuti.

Grazie a particolari strumenti, chiamati trafile, si ottengono i vari formati di pasta.  La nostra azienda opta per le trafile in bronzo così che la pasta diventi più ruvida e, dunque, riesca con maggiore facilità a trattenere il sugo con cui verrà poi condita.

Dopo questo procedimento, la pasta viene lasciata a riposare in appositi essiccatori e ventilata con aria a bassa temperatura che aiuta a mantenere inalterati i valori nutrizionali e la genuinità della pasta.

In seguito, la stessa pasta è sottoposta a un processo di raffreddamento, finalizzato a far ritornare la pasta a una temperatura consona per procedere con il confezionamento.

Tipologie di pasta bio

Nel corso del tempo, sono state prodotte diverse varietà di paste biologiche, ciascuna con le proprie caratteristiche. In relazione al cereale utilizzato, alcune possiedono più fibre, altre più proteine, ma tutte sono accomunate da ottimi valori nutrizionali.

Eccone un elenco:

  • Pasta di farro, il cui sapore e il suo gusto sono riconoscibili anche da un palato non particolarmente allenato.
  • Pasta all’uovo, in cui la semola biologica viene impastata con uova provenienti da allevamenti rigorosamente biologici.
  • Pasta di grano monococco, prodotta con un cereale antico dall’alto contenuto proteico e capace di fornire un alto apporto di fibre e nutrienti. È proprio da questo cereale che la nostra azienda ha creato, in via esclusiva, la pasta Hammurabi.
  • Pasta di Kamut, realizzata con un’altra tipologia di cereale antico dal nome Khorasan. Si tratta di un grano dai valori nutrizionali rilevanti grazie alla notevole presenza di vitamine, proteine, sali minerali e grassi insaturi.
  • Pasta di semola integrale, in cui ai chicchi di grano utilizzati per la produzione viene tolto solo lo strato corticale esterno: grazie a questa operazione, effettuata nella fase della macinazione, si ricava una semola maggiormente ricca di fibre.
  • Pasta Senatore Cappelli, in cui viene impiegato uno dei grani italiani più datati.

La pasta biologica fa bene?

La risposta a questa domanda è assolutamente sì! I benefici più immediati riguardano il riequilibrio del metabolismo e il miglioramento del sistema immunitario che diventerà quindi più forte. Del consumo di pasta biologica ne trarrà vantaggio l’intero organismo, alimentato da fonti esclusivamente naturali di cibo.

Da non sottovalutare, in aggiunta, è come la pasta biologica abbia a tutti gli effetti le medesime proprietà e gli stessi valori nutrizionali della pasta tradizionale. Ad esempio, gli sportivi che praticano attività fisica giornalmente possono ricevere dalla pasta biologica un apporto calorico, necessario per aumentare le proprie energie, uguale a quello che riceverebbero da un piatto di pasta non bio.

La pasta biologica fa ingrassare?

Se, come scritto in precedenza, la pasta biologica è pur sempre una variante della pasta tradizionale, allora la quantità di carboidrati sarà pressoché uguale. Per questo motivo, occorre calibrare le porzioni di questo alimento sulla base della dieta che è stata intrapresa.

Conclusioni

Non disperdere materiali inorganici nell’ecosistema permette di rendere quest’ultimo più sano e pulito, per questo l’agricoltura biologica cresce ogni anno di più. I prodotti biologici sono inoltre migliori per la salute e vengono scelti da un gruppo sempre crescente di consumatori.

Tutti i prodotti La Pasta di Camerino vengono regolarmente analizzati per essere certi che gli ingredienti siano di altissima qualità e privi di contaminanti ma oltre a questo, per dare un contributo ancora maggiore alla cura del nostro territorio e al rispetto per l’ambiente, abbiamo sviluppato una linea di pasta all’uovo bio e una di pasta al farro bio certificate: la volontà è quella di proporre una pasta di ottima qualità preservando la prosperità del terreno in cui il grano è piantato. 

marchio 100% italiano

Gli unici con Filiera 100% trasparente

Sulle colline dell’entroterra marchigiano la brezza del mare adriatico si mescola all’aria pura e alla terra genuina dei monti sibillini. È qui che nasce La Pasta di Camerino, ruvida e porosa come quella fatta in casa, realizzata con cura e nel rispetto dei migliori metodi artigianali.

0
0