HOME / BLOG / Storie di pasta / Dimagrire mangiando pasta?
Sì, si può!

Dimagrire mangiando pasta?
Sì, si può!

Resistere a un fumante piatto di pasta, condito con il proprio sugo preferito, non è un’impresa facile. Lo sappiamo bene noi de La Pasta di Camerino: mangiare pasta ci rende felici, ci fa esplodere in bocca sapori unici e gustosi che ci ricordano i pranzi in compagnia di tutta la famiglia. Purtroppo, seppur a malincuore, per mantenersi in forma e dimagrire è necessario limitare il consumo giornaliero di pasta… oppure no?
Credere che per perdere peso sia necessario eliminare totalmente la pasta dalla propria dieta è quanto di più sbagliato si possa pensare. Il nostro alimento preferito, al contrario, se inserito in un corretto piano alimentare, è perfetto per dimagrire.

Come dimagrire consumando pasta

Nonostante possa sembrare un sogno ad occhi aperti, è assolutamente possibile seguire una dieta mangiando pasta in totale tranquillità. Alcune semplici indicazioni che vogliamo condividere con voi vi aiuteranno nell’obiettivo di dimagrire senza rinunciare al pasto che più di tutti allieta le nostre giornate.

Il primo consiglio è, chiaramente, quello di non esagerare con le quantità di pasta. Porzioni da 70-80 grammi di pasta andranno più che bene e sapranno placare la fame oltre a deliziare il vostro palato. Queste porzioni potranno essere consumate esclusivamente una volta al giorno, in modo da apportare il giusto contenuto di carboidrati e altre preziose sostanze nutritive senza esagerare. Il consiglio, in via generale, è di non mangiare pasta per più di 3 volte alla settimana.

Fare il carico di energie grazie alla pasta e, dunque, ai carboidrati, permette di diminuire l’apporto di grassi e proteine che, invece, sono responsabili dell’aumento del peso. Un piatto di pasta, inserito all’interno di un adeguato regime alimentare, uno stile di vita sano e la giusta attività fisica, è in grado di saziare e di scacciare la tentazione di completare il pasto con altri alimenti che possono contribuire all’aumento di peso.

Inoltre, prediligere una pasta dal basso indice glicemico è l’ideale per coloro che vogliono dimagrire mangiando questo alimento. Proprio per questo motivo, la nostra azienda ha creato Hammurabi, una pasta ricca di proprietà nutrizionali e dal ridotto indice glicemico, pari a 38 per i formati corti e 32 per gli spaghetti. Questa pasta nata da un grano antico della specie monococco è un vero e proprio alleato per gli sportivi che hanno esigenze nutrizionali specifiche. 

Collegato alla questione dell’indice glicemico, il tipo di cottura della pasta è fondamentale nel momento in cui si segue una dieta finalizzata al dimagrimento. A una cottura al dente si associa un minore indice glicemico – che tiene alla larga quei picchi glicemici che danno (solo per poco tempo) la sensazione di sentirsi sazi e che inducono a fare degli spuntini – e un rilascio dell’amido notevolmente minore. 

Per quel che riguarda il condimento della pasta, come si potrà intuire, non si deve esagerare. Aboliti, quindi, i sughi grassi in favore di accompagnamenti più salutari, ma non per questo meno gustosi, come un semplice aglio, olio e peperoncino. Se possibile, il sale sarebbe da evitare o comunque ridurre. Liberate, quindi, la vostra fantasia e provate a sostituire il sale con le spezie per dare sapore ai vostri piatti!
Da ultimo, ma non per importanza, la qualità della pasta è un fattore decisivo per poter dimagrire continuando a inserire la pasta a pranzo o a cena. Una pasta di qualità come quella de La Pasta di Camerino, realizzata con ingredienti italiani attraverso una lavorazione che si ispira ai metodi artigianali e per questo ricca di sali minerali, assicura al consumatore di mangiare un prodotto facilmente digeribile e salubre.

Le tipologie di pasta con meno calorie

Il contenuto di calorie varia da pasta a pasta e, conoscerlo, permette di capire quale tipologia è più adatta per dimagrire. Vediamo, quindi, che:

  • la pasta integrale contiene 320 kcal ogni 100 grammi
  • la pasta di soia contiene 330 kcal ogni 100 grammi
  • la pasta di riso contiene 340 kcal ogni 100 grammi
  • la pasta di legumi contiene 350 kcal ogni 100 grammi
  • la pasta di grano duro contiene 360 kcal ogni 100 grammi
  • la pasta di farro contiene 347 kcal ogni 100 grammi

Da questi dati possiamo notare che la pasta integrale, senza ombra di dubbio, è la tipologia di pasta che permette di perdere peso con maggiore facilità. Inserire una pasta integrale, come quella della nostra azienda, all’interno del proprio piano alimentare aiuta a rallentare l’assimilazione degli zuccheri e aumentare la sensazione di sazietà.

Conclusioni

Noi de La Pasta di Camerino promuoviamo da sempre uno stile di vita sano e un’alimentazione equilibrata. Come abbiamo visto, dimagrire mangiando pasta è possibile, perciò non dovrete più costringervi a eliminarla dalla vostra dieta. Continuate pure a gustarvi un buon piatto dei vostri formati preferiti de La Pasta di Camerino, seguendo i piccoli accorgimenti che vi abbiamo descritto, e potrete raggiungere il vostro obiettivo con il sorriso!

marchio 100% italiano

Gli unici con Filiera 100% trasparente

Sulle colline dell’entroterra marchigiano la brezza del mare adriatico si mescola all’aria pura e alla terra genuina dei monti sibillini. È qui che nasce La Pasta di Camerino, ruvida e porosa come quella fatta in casa, realizzata con cura e nel rispetto dei migliori metodi artigianali.

0
0